Parent training per i disturbi d’ansia di bambini e adolescenti

Parent training per i disturbi d’ansia di bambini e adolescenti

Il Programma SPACE: Guida per il clinico e materiale per il genitore

Fresco di pubblicazione da Erickson nel mese di marzo 2020 , il manuale a firma Eli Lebowitz e Haim Omer presenta il trattamento SPACE, Program, Supportive Parenting for Anxious Childhood Emotions. Il libro propone suggerimenti e indicazioni per lo psicoterapeuta che lavora con i genitori di bambini e adolescenti con disturbi d’ansia e disturbi da ipercontrollo e desidera coinvolgerli nel trattamento.

Quando il bambino con disturbi d’ansia non desidera partecipare al trattamento o quando non ottiene benefici dalla terapia, un intervento rivolto ai genitori può costituire un’alternativa efficace e praticabile. Parent training per i disturbi d’ansia di bambini e adolescenti descrive nel dettaglio lo svolgimento di un parent training con i genitori, dando indicazioni su come organizzare i singoli incontri, e proponendo importanti consigli su come parlare al bambino per aiutarlo ad accettare la terapia.

Il programma SPACE

Il trattamento SPACE, Program, Supportive Parenting for Anxious Childhood Emotions, descritto nel libro, è rivolto ai genitori di bambini e adolescenti. Prevede l’insegnamento ai genitori di abilità finalizzate a intervenire sulle dinamiche sottostanti le interazioni fra i genitori e i ragazzi ansiosi.
Il programma è stato pensato per essere adottato nel trattamento di bambini e adolescenti in età scolare ed è indirizzato in modo specifico ai loro genitori, permettendo di intervenire sul disturbo senza necessitare della collaborazione del ragazzo.
Il programma SPACE ha l’obiettivo di affrontare aspetti chiave della relazione genitori-bambino creati dall’ansia ricorrente.

Una guida per il terapeuta

Il manuale costituisce una guida per il terapeuta: descrive dettagliatamente le modalità di presentazione e di attuazione di ogni singola fase del trattamento e contiene i materiali da consegnare di volta in volta ai genitori come strumenti informativi o di lavoro.
Il programma illustrato prevede 10-15 incontri con cadenza settimanale tra il terapeuta e i genitori dei ragazzi con disturbi d’ansia, ed è strutturato in modo da essere sia applicabile in modo standard, sia adattabile alle necessità dei singoli casi. Comprende 8 sessioni di trattamento valide per tutti i casi e 5 moduli supplementari di intervento che possono essere introdotti, secondo il giudizio del terapeuta, a seconda delle necessità.

Gli autori

Eli Lebowitz
Direttore del Programma per i disturbi d’ansia infantile e adolescenziale presso la Yale School of Medicine, Child Study Center. Le sue ricerche si concentrano sullo sviluppo, la neurobiologia e il trattamento dell’ansia e dei disturbi correlati, con particolare attenzione alle dinamiche familiari e al ruolo dei genitori.

Haim Omer
Docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Tel Aviv. Le sue ricerche si focalizzano su: la formazione e il supporto ai genitori di bambini e adolescenti violenti e autodistruttivi, di bambini e adolescenti con disturbi d’ansia, lo sviluppo di interventi centrati sulla scuola e sulla comunità per la prevenzione della violenza giovanile e dei comportamenti a rischio.

Edizione italiana a cura di Daniele Piacentini e Daniela Leveni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Traumatizzazione complessa e dissociazione nel bambino.
Alla ricerca di un approccio realmente “CHILD CENTRED”

Torino, 6 dicembre 2019

La riflessione teorica e la pratica clinica recente in psicotraumatologia, così come i dati di esito degli interventi terapeutici, sottolineano l’importanza di rilevare, diagnosticare e curare gli aspetti dissociativi che sono presenti (e che strutturano) i disturbi post-traumatici, in particolare quelli complessi, legati a traumatizzazione precoce e pervasiva.
Tale approccio riguarda ogni età della vita, indipendentemente se la persona sofferente sia un bambino, un adolescente, un adulto o un anziano.
Curiosamente, mentre è universalmente riconosciuto che le radici dei disturbi dissociativi e post-traumatici complessi siano da rilevarsi in infanzia, la grande maggioranza della clinica si è sviluppata e continua a crescere tramite osservazioni e pratiche con adulti, spesso poi riproposte nel lavoro con bambini e adolescenti, mentre a rigor di logica dovrebbe avvenire il contrario.
In questo seminario attingeremo dai lavori più recenti delle maggiori esperte del settore (Sandra Wieland, Renee Marks, Sandra Baita) per provare a “ribaltare la logica centrata sull’adulto” attraverso cui si approcciano troppo spesso i problemi post-traumatici e dissociativi del bambino e fondare un discorso clinico coerente con le origini e le dinamiche infantili (cioè tipiche del bambino) connesse a questo specifico campo terapeutico.
Saranno presentati strumenti diagnostici specifici e verranno discusse situazioni cliniche presentate dai partecipanti.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo del seminario è di 90,00 Euro.
Sono previste agevolazioni per iscrizioni collettive di gruppi di 4 o più partecipanti.
Per gli studenti universitari e i tirocinanti post laurea la quota ridotta prevista è di 40,00 Euro, presentando idonea documentazione.

L’scrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it entro il 29 Novembre 2019.
L’iscrizione sarà valida dopo l’attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’1′][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’2′][/su_expand]

CREDITI FORMATIVI

Sono stati richiesti crediti ECM per medici, psicologi ed educatori.

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

GRUPPO DI SUPERVISIONE
Separazioni conflittuali
e bambini che rifiutano i genitori.

Il gruppo di supervisione è aperto a coloro che hanno partecipato al corso di formazione sulle separazioni gravemente conflittuali ed a professionisti che hanno già svolto percorsi formativi analoghi.
Negli ultimi anni si è assistito ad una crescente richiesta ai servizi di territorio di farsi carico di situazioni di separazioni gravemente conflittuale sia da un punto di vista dell’indagine sociale sia rispetto alla valutazione psicologica ed alle possibilità  di cura. I casi che ci si trova ad affrontare si caratterizzano per una complessità  tale da disorientare gli operatori coinvolti producendo in essi sentimenti di rabbia, impotenza, confusione. Gli strumenti d’intervento abituali, in particolare la messa in campo di misure protettive nei confronti dei minorenni, non sembrano adatte a questo tipo di casi benché́ frequentemente le situazioni si caratterizzino come pregiudizievoli per i bambini coinvolti.
Gli interventi di “mediazione” nella coppia genitoriale risultano di difficile attuazione e spesso determinano una amplificazione del conflitto così come il tentativo di regolamentazione dei rapporti. In queste drammatiche situazioni entrambi gli adulti appaiono evidentemente sofferenti e fortemente disturbati nel loro funzionamento psicologico con una forte compromissione delle loro competenze genitoriali che rende scarsamente visibili i bisogni dei figli. Infine il contesto giudiziario spesso rappresenta uno scenario ottimale per la drammatizzazione del conflitto coinvolgendo nella contesa giudici, avvocati, consulenti tecnici.
L’obiettivo delle supervisioni sarà quello di lavorare sulla valutazione di gravità del conflitto e sulle modalità di presa in carico quando risultano assolutamente impraticabili percorsi di mediazione e decisamente problematica la gestione di eventuali spazi neutri di incontro genitore-minore.
Particolare attenzione sarà posta inoltre sulle situazioni in cui i minori mettono in atto comportamenti di rifiuto di uno dei due genitori.
La metodologia di lavoro prevede la presentazione di due casi per ogni incontro con uno spazio finale di sintesi dedicato alla possibile generalizzazione delle questioni evocate dalle situazioni discusse.
Per incrementare l’efficacia del lavoro di gruppo sarebbe utile che il materiale inerente il caso da discutere fosse inviato preventivamente ai partecipanti ed al conduttore.

Il gruppo di supervisione è organizzato in 4 incontri di 4 ore ciascuno (orario 9.00 – 13.00) e prevede un numero massimo di 20 partecipanti.
Gli incontri si terranno nei giorni: 02 Ottobre, 30 Ottobre, 27 Novembre e 11 Dicembre 2019.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo complessivo del gruppo di supervisione è di 280,00 Euro.

L’iscrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it entro il 15 Settembre 2019.
L’iscrizione sarà valida dopo attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’44’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’45’][/su_expand]

CREDITI FORMATIVI

Saranno richiesti i crediti formativi per gli assistenti sociali rilasciati dal CROAS Piemonte.

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

L’affido intra-familiare:
potenzialità e limiti.

L’esperienza di lavoro nell’ambito della tutela dei minori mostra che la realtà dell’affido a parenti è in Italia molto diffusa. Spesso gli operatori psicosociali e, ancor di più i giudici minorili, ritengono tale soluzione quella più semplice e appropriata per un bambino/adolescente che deve essere allontanato dai suoi genitori. Alla base di questa prassi vi sono considerazioni di carattere sia giuridico, sia psicosociale: l’idea che per legge si debbano considerare prioritariamente le risorse presenti nell’ambito delle famiglie allargate e il convincimento che essere accolti da persone conosciute e affettivamente significative riduca lo stress dell’allontanamento, che il minore si trova a sperimentare. Altri professionisti del settore, invece, sono pervicacemente contrari a questo tipo di collocamento.
Quali che siano le ragioni sappiamo che il numero di affidi intra-familiare attivi in Italia è pari a circa la metà del totale (con punte di 2/3 in alcune regioni), che equivale a dire intorno a 7500 minori. Si tratta di una quantità sicuramente sottostimata considerando che in molti casi questa forma di affido non è conosciuta dalle istituzioni.
Purtroppo, nonostante l’affido a parenti sia un fenomeno rilevante dal punto di vista sia quantitativo, sia qualitativo, sono pochi gli approfondimenti e le ricerche che permettano di meglio comprenderne le potenzialità e i limiti che lo caratterizzano e, soprattutto, come esso debba essere gestito in tutte le sue fasi (valutazione dell’idoneità degli affidatari, modalità di conduzione del progetto, rapporti tra i diversi attori in gioco ecc.).
La giornata formativa vuole costituire un’occasione di approfondimento e confronto su questa importante tematica con l’obiettivo di individuare un approccio teorico-metodologico utile nella progettazione e nella conduzione degli affidi intra-familiari che aiuti a comprendere quando essi sono opportuni e come devono essere gestiti.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo del seminario è di 90,00 Euro.
Sono previste agevolazioni per iscrizioni collettive di gruppi di 4 o più partecipanti.
Per gli studenti universitari e i tirocinanti post laurea la quota ridotta prevista è di 40,00 Euro, presentando idonea documentazione.

L’scrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it entro l’08 Maggio 2019.
L’iscrizione sarà valida dopo l’attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’40’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’41’][/su_expand]

CREDITI FORMATIVI

Sono stati richiesti crediti ECM per medici, psicologi ed educatori e i crediti formativi agli assistenti sociali rilasciati dal CROAS Piemonte.

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

Dalle separazioni gravemente conflittuali al rifiuto di un genitore. Criteri d’intervento per la tutela dei minorenni.

Negli ultimi anni si èassistito ad una crescente richiesta ai servizi di territorio di farsi carico di situazioni di separazioni gravemente conflittuale sia da un punto di vista dell’indagine sociale sia rispetto alla valutazione psicologica ed alle possibilità̀ di cura. I casi che ci si trova ad affrontare si caratterizzano per una complessità̀ tale da disorientare gli operatori c oinvolti producendo in essi sentimenti di rabbia, impotenza, confusione. Gli strumenti d’intervento abituali, in particolare la messa in campo di misure protettive nei confronti dei minorenni, non sembrano adatte a questo tipo di casi benché́ frequentemente le situazioni si caratterizzino come pregiudizievoli per i bambini coinvolti. Gli interventi di “mediazione” nella coppia genitoriale risultano di difficile attuazione e spesso determinano una amplificazione del conflitto così come il tentativo di regolamentazione dei rapporti. In queste drammatiche situazioni entrambi gli adulti appaiono evidentemente sofferenti e fortemente disturbati nel loro funzionamento psicologico con una forte compromissione delle loro competenze genitoriali che rende scarsamente visibili i bisogni dei figli. Infine il contesto giudiziario spesso rappresenta uno scenario ottimale per la drammatizzazione del conflitto coinvolgendo nella contesa giudici, avvocati, consulenti tecnici.
Nel percorso formativo verranno proposte delle chiavi di lettura che aiutino gli operatori a meglio comprendere e significare il complesso scenario descritto approfondendo il ruolo dai differenti attori coinvolti anche alla luce delle risonanze emotive che tale contesto altamente conflittuale produce. Successivamente si presenteranno dei protocolli operativi e delle strategie di azione che possano orientare gli operatori nella messa in atto di interventi in grado di favorire processi evolutivi nei nuclei presi in carico, contrastando i vissuti di confusione e impotenza che le dinamiche in cui ci si trova coinvolti suscitano.

IL PERCORSO E’ ORGANIZZATO IN DUE MODULI
A) MODULO FORMATIVO: 3 incontri di 6 ore ciascuno (orario 9.30 – 16.30) nelle date 10 Aprile, 08 Maggio e 05 Giugno 2019
B) MODULO SUPERVISIONE: 4 incontri di 4 ore ciascuno (orario 9.00 – 13.00) nelle date 18 Settembre, 30 Ottobre, 27 Novembre e 11 Dicembre 2019

DESTINATARI
Il percorso formativo è rivolto agli operatori che a vario titolo ed in differenti contesti i si occupano di separazioni conflittuali: assistenti sociali, psicologi, psichiatri e neuropsichiatri infantili, educatori, mediatori familiari, avvocati, giudici minorili.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo complessivo dell’intero percorso (formazione+supervisione) è di 500,00 Euro.
E’ possibile iscriversi separatamente ai due moduli con le seguenti tariffe:
A) MODULO FORMATIVO 240,00 Euro
B) MODULO SUPERVISIONE 280,00 Euro

L’iscrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it scegliendo fra le opzioni.

Le iscrizioni per il modulo formativo e l’intero percorso dovranno pervenire entro mercoledì 03 Aprile 2019.
Le iscrizioni per il solo gruppo di supervisione dovranno pervenire entro martedì 10 Settembre 2019.

L’iscrizione sarà valida dopo attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’34’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’35’][/su_expand]

CREDITI FORMATIVI

Per il modulo formativo saranno richiesti crediti ECM per medici, psicologi ed educatori e i crediti formativi per gli assistenti sociali rilasciati dal CROAS Piemonte.
Per il modulo supervisione saranno richiesti solo i crediti formativi per gli assistenti sociali rilasciati dal CROAS Piemonte.

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

Minori traumatizzati: la gestione della sessualità nei servizi educativi.

Come interpretare i comportamenti sessualizzati messi in atto dai bambini nei confronti degli educatori? Come gestirli quando vengono agiti tra di loro? Come favorire il processo di rivelazione di un minore nelle situazioni di abuso sessuale fornendogli un adeguato contenimento emotivo? Come proteggere bambini e adolescenti dalle riattivazioni traumatiche che si possono manifestare nel gruppo e allo stesso tempo accogliere e dare spazio alle loro naturali domande sulla sessualità? E, soprattutto, quale spazio dare alle “difficili emozioni” che gli operatori si trovano a sperimentare quando vengono sollecitati a confrontarsi con la sessualità dei bambini sia essa “post-traumatica” piuttosto che “sana”?
La proposta formativa è pensata per consentire agli educatori un momento di confronto e di riflessione su questo importante aspetto che riguarda la costruzione dell’identità personale del bambino e dell’adolescente, la sua capacità di rapportarsi all’altro, il suo sviluppo psico-affettivo.
Spesso è difficile per l’educatore rapportarsi con serenità alla sessualità del minore, interpretare i segnali della sua curiosità sessuale, dare le risposte “giuste” alle domande che pone, interagire con i comportamenti sessualizzati che mette in atto, distinguere atteggiamenti post traumatici da normali esperienze evolutive. La finalità del percorso formativo è quella di promuovere una maggiore capacità di ascolto e di comunicazione in materia di sessualità nei confronti dei soggetti con cui ci si trova ad operare.

DESTINATARI
Il corso è rivolto ad educatori che lavorano in comunità o centri diurni o che seguono minori in affidi professionali.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo del corso di formazione è di 240,00 Euro.
Sono previste agevolazioni per iscrizioni collettive di gruppi di 4 o più partecipanti.
Per gli studenti universitari e i tirocinanti post laurea la quota ridotta prevista è di 150,00 Euro, presentando idonea documentazione.

L’iscrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it entro il 27 Marzo 2019.

L’iscrizione sarà valida dopo attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’38’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’39’][/su_expand]

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

Fidarsi dei pazienti. La Control-Mastery Theory (CMT)

Obiettivo del seminario è offrire un’introduzione ai concetti principali della Control-Mastery Theory (CMT), una teoria integrata, dinamico-cognitiva, di matrice relazionale, empiricamente validata dal San Francisco Psychotherapy Research Group. Nel corso del seminario si parlerà della motivazione sovraordinata all’adattamento, del ruolo delle motivazioni prosociali, delle credenze, delle credenze patogene e della loro genesi traumatica. Si affronterà inoltre il ruolo dei sensi di colpa nel mantenimento delle credenze patogene e dei test come modo per disconfermarle. Verrà inoltre illustrato il concetto di piano inconscio del paziente, il metodo da seguire per formularlo, il modo in cui si possono formulare comunicazioni terapeuticamente efficaci e scegliere il giusto atteggiamento. Infine, verrà illustrato il modo in cui la CMT permette di interpretare i sogni e le fantasie, soprattutto quelle sessuali, dei pazienti.

Scarica il programma

COSTI ED ISCRIZIONI

Il costo del seminario è di Euro 60,00+iva.
Per gli ex allievi delle scuole Mara Selvini Palazzoli, Emmeci, Accademia Psicoterapia della Famiglia ed Episteme il costo è di Euro 40,00+iva.
Per gli studenti universitari e i tirocinanti post laurea la pratecipazione è gratuita, presentando idonea documentazione.

L’scrizione si effettua online attraverso apposito form sul sito www.riflessiformazione.it entro il 20 Marzo 2019.
L’iscrizione sarà valida dopo l’attestazione del versamento della quota.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’36’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’37’][/su_expand]

CREDITI FORMATIVI

Sono stati richiesti crediti ECM per medici, psicologi ed educatori.

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi
Lunedì, martedì e venerdì orario 9.00-12.30
Mercoledì e giovedì orario 13.00-17.00
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

Come il video-feedback supporta le relazioni: applicazioni della VIG in ambito clinico ed educativo.

La V.I.G. (www.videointeractionguidance.net), è un modello d’intervento finalizzato a fare evolvere in senso positivo “relazioni significative” (genitore-figlio, partner-partner, caregiver-utente, insegnante-allievo,) utilizzando sessioni di ripresa e video feedback. Attraverso la video analisi delle “interazioni di successo” i clienti vengono supportati nel risolvere le loro difficoltà attuali e      ad aumentare la loro sensibilità e capacità di entrare in sintonia con l’altro.
Quando è utilizzata da professionisti per riflettere sulla propria comunicazione con gli utenti presi in carico si chiama VERP, “pratica riflessiva facilitata dal video”.

Nella prima parte del seminario verrà fatta una breve introduzione sui presupposti teorici e sulla sua metodologia della V.I.G. Particolare attenzione verrà data alle potenzialità, insite nel modello, nel riuscire ad attivare nei “caregiver” coinvolti pensieri ed emozioni positive in grado di contrastare sensi di colpa, impotenza, inadeguatezza.
Successivamente attraverso la visione di filmati saranno presentati alcuni casi che evidenzieranno le possibili applicazioni dello strumento in contesti di lavoro diversificati e con varie tipologie di utenza:
• la valutazione della recuperabilità genitoriale con mandato dell’Autorità giudiziaria minorile;
• il sostegno ai genitori affidatari e adottivi;
• gli interventi di sostegno precoce alla relazione mamma-neonato;
• il supporto agli educatori nella relazione con minori vittime di trauma accolti in comunità;

Nella parte pomeridiana del seminario si realizzerà una breve esercitazione per avvicinare i presenti all’utilizzo dello strumento e si coinvolgeranno i partecipanti, appartenenti ai differenti servizi  e alle differenti categorie professionali, nel riflettere sulle possibilità di utilizzo dello strumento all’interno dei propri contesti di lavoro.

ISCRIZIONI

Il costo del seminario è di 80,00 Euro.
Per gli studenti universitari, per i tirocinanti post-laurea e dei
corsi di specializzazione che esibiscono idoneo certificato
il costo di iscrizione è di 40,00 Euro.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro martedì 20 Novembre 2018.
L’iscrizione sarà valida dopo attestazione del versamento della quota.

CREDITI FORMATIVI

Sono previsti crediti ECM per medici e psicologi ed i crediti
formativi agli assistenti sociali riconosciuti dal CROAS Piemonte.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’32’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’33’][/su_expand]

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi

Dal lunedì al venerdì (orario 9.00-13.00)
Tel. 011/54.87.47
[email protected]

Video Interaction Guidance. Uno strumento efficace per supportare la genitorialità fragile e le relazioni di aiuto.

La V.I.G. (www.videointeractionguidance.net), è un modello d’intervento finalizzato a fare evolvere in senso positivo “relazioni significative” (genitore-figlio, partner-partner, caregiver-utente, insegnante-allievo,) utilizzando sessioni di ripresa e video feedback. Attraverso la video analisi delle “interazioni di successo” i clienti vengono supportati nel risolvere le loro difficoltà attuali e ad aumentare la loro sensibilità e capacità di entrare in sintonia con l’altro.
Quando è utilizzata da professionisti per riflettere sulla propria comunicazione con gli utenti presi in carico si chiama VERP, “pratica riflessiva facilitata dal video”. Nata in Olanda negli anni ottanta, a partire dal lavoro pionieristico di Colwyn Trevarthen, la VIG viene oggi utilizzata in più di 15 nazioni e da almeno 4000 professionisti impegnati in professioni di aiuto e formazione.
Il seminario introduttivo della Video Interaction Guidance, già realizzato con successo a Torino e Milano nel 2014, è rivolto a psicologi, psicopedagogisti, medici, educatori, assistenti sociali, coach, counselor e insegnanti.

ISCRIZIONI

Il costo del seminario è di 80,00 Euro.
Per gli studenti universitari, per i tirocinanti post-laurea e dei
corsi di specializzazione che esibiscono idoneo certificato
il costo di iscrizione è di 40,00 Euro.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro mercoledì 31 Ottobre 2018.
L’iscrizione sarà valida dopo attestazione del versamento della quota.

CREDITI FORMATIVI

Sono previsti crediti ECM per medici e psicologi ed i crediti
formativi agli assistenti sociali riconosciuti dal CROAS Piemonte.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

[su_expand more_text=”ISCRIZIONE INDIVIDUALE” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’30’][/su_expand]
[su_expand more_text=”ISCRIZIONE COLLETTIVA” less_text=”CHIUDI” height=”0″ link_color=”#4782B2″ link_style=”dotted”][vfb id=’31’][/su_expand]

INFORMAZIONI

Segreteria della Società Riflessi

Dal lunedì al venerdì (orario 9.00-13.00)
Tel. 011/54.87.47
[email protected]