Nasce “NaVIGare”: il primo centro VIG in Italia

In questo periodo difficile di emergenza sanitaria e di lockdown si è costituito a Torino NaVIGare, il primo centro VIG italiano per il sostegno della genitorialità.

La VIG, Video Interaction Guidance, “Guida all’interazione attraverso il video”, è un intervento di consulenza che ha l’obiettivo di aiutare le persone a migliorare le proprie relazioni personali significative utilizzando il video-feedback. L’èquipe che opera all’interno del centro è costituita dai primi operatori accreditati secondo il modello formativo dell’Avig UK (www.videointeractionguidance.net), associazione che opera nel Regno Unito e che da anni sta formando operatori in tutto il mondo.

“Siamo convinti – afferma Francesca Oliva, responsabile scientifico per lo sviluppo e la promozione della VIG in Italia – che la VIG sia uno strumento molto potente per aiutare e sostenere genitori naturali, affidatari e adottivi che aspirano a migliorare e rinforzare le proprie competenze o che si trovano in un periodo di impasse e fatica nella relazione con i figli; il tutto valorizzando e rinforzando le risorse presenti e senza avventurarsi in percorsi terapeutici lunghi e poco definiti”.

Renza Babando – psicoterapeuta famigliare e operatore accreditato VIG del centro – aggiunge: “gli interventi di sostegno possono essere anche realizzati da remoto utilizzando apposite piattaforme e, in questo momento di emergenza sanitaria, ci sembra un importante valore aggiunto”.

Per ogni informazione rivolgersi al numero 0115920527.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Form di registrazione

Accedi

Non sei un utente registrato?